una SERATA particolare

27 Febbraio 2009

Ieri sera mi sono concessa gli ultimi momenti da influenzata. Con la scusa del bisogno di coccole invito a cena un mio amico e collega.

Allora, visto che avevo un ospite mi sono impegnata a fare il coniglio al forno con le patate e i broccoli ripassati. Che se avessi dovuto cucinare solo per me avrei risolto con il riso in bianco - un grande classico della single malaticcia. Al contrario la single sana si nutre di spaghetti al pomodoro (ma questo già si sapeva che è il mio piatto preferito).

Comunque - dicevo - invito a cena questo tipo e mi metto a vegetare/dormire davanti alla TV in sua attesa. Lui gentilmente chiama alle 2130 (si sa che a Roma si cena tardi) per dirmi che è ancora al lavoro e sta facendo tardi.

E menomale che è solo un amico/collega sennò mi incazzavo anche.

Così alla fine mi sono fatta una bella cenetta da sola, contenta comunque perchè il coniglio non era affatto male. E poi facendo zapping ho trovato il mitico film della mia infanzia: Dirty Dancing!

Facevo la 4 elementare quando l'ho visto la prima volta con le mie amiche (si parla di 20 anni fa). Se non altro mi sono resa conto di essere maturata... per esempio:
- mi ha fatto sorridere il fatto che i tre protagonisti si chiamano rispettivamente Johnny, Penny e Baby.
- la scena in cui Johnny toglie la camicetta a Baby non mi è sembrata poi così pornografica (all'epoca una di noi si metteva davanti alla porta per assicurarsi che nessuna mamma entrasse).
- non ho ululato alla famosa frase di Johnny 'nessuno può mettere Baby in un angolo'.

Nel complesso una serata carina. A testimonianza del fatto che nella vita - sì! - si cresce.


14 commenti:

Pietro ha detto...

Non era il pacco che ti aspettavi eh ?:-))

Coldismyheart ha detto...

è brutto quando ti danno la disdetta all'ultimo momento...

Vale ha detto...

si sono un'esperta di pacchi :)

e comunque... oh! ... tutti che vi concentrate sul fatto che questi mi ha dato buca...

parlavo anche di altro sul post! :P

il viandante ha detto...

Ma il coniglio era buono????

Frankie Palla ha detto...

Parlavi di altro, è vero.
Il pacco...però!

Come si fa, mi chiedo.
Coniglio al forno con contorno di patate. Fosse anche solo per quello...

Lindalov ha detto...

...invece io la differenza che ho notato riguardando il film dopo secoli é che johnny non é poi così figo e c'ha le spalle a gruccia, che in un uomo non mi piacciono. e la mamma é quella che fa la nonna _(che italiano corretto, nota bene!) in "Una mamma per amica". eh?! hai visto che non ho parlato di pacchi?! eh, visto?!? niente pacco, eh, eh, eh?!

minaharker ha detto...

mah diciamo che alla fine il pacco ti è servito a crearti una serata specviale tutta per te...che fa sempre bene...volevi qualcuno che ti coccolasse e ti sei coccolata tu stessa...volersi bene è importante! riguardo a dirty dancing...pensavo che la protagonista era un mostro da piccola e lo penso ancora adesso!ahahah...no scherzo! solo che cavolo...lui è stupendo!

Vale ha detto...

@ viandante & frankie: coniglio strabuono, il problema è che era un coniglio intero quindi son tre giorni che lo mangio... mi serebbe anche venuto a noia :D

@ Linda e Mina: le spalle a gruccia?!? guarda secondo me lui di viso non è bello, ma il torace mi sembrava niente male... e poi sopratutto quei muovimenti di bacino quando balla... direi che sono ancora abbastanza attuali dopo 20'anni! lei - concordo - bella non è!

OneNightInPoang ha detto...

pur essendo maschio dirty dancing fa parte anche della mia filmografia giovanile, avevo 12-13 anni allora e lei mi sembrava davvero bella... voglio ricordarla così, ho paura di rivedere il film!

Vale ha detto...

@ ONIP: conosco molti altri uomini che sono rimasti segnati da Dirty Dancing... primi fra tutti:
- mio padre che ogni estate passava ore in acqua per fare IL SALTO;
- il mio migliore amico al quale toccava sempre il ruolo di Johnny nel balletto finale.

:P

Lindalov ha detto...

Tuo padre a fare il salto?!?!?!? Ahahahah, ora quando lo vedo glielo chiedo! :-D

Minu ha detto...

che ridere, immagino tuo papà fare il salto, ora piango.. anche io vorrei un papà che prova a fare il salto.
uffa che domenica..

Confinidiversi ha detto...

A me è capitato di rivedere il miglio verde. Da piccolo, assetato di sparatorie e morti sulle vhs, l'ho bollato come mieloso e melodrammatico. Poi, quando l'ho rivisto, poco tempo fa, mi ha commosso come pochi altri film.

Roberta ha detto...

Mi sa che quella sera abbiamo fatto la stessa cosa...Dopotutto questo film ha fatto storia. Io me lo ricordo, mia madre la prima volta che lesse il titolo(e sfiga vuole che mia madre conosca l'inglese!)...non voleva farmelo vedere! Che ridere!!!
Secondo me certi film sono belli da rivedere soprattutto per la dolce emozione che stimola il fatto di ricordare!