intimità...

7 dicembre 2008

stasera niente rumba... ma solo una rilassante serata sotto il piumone con il mio libro preferito - appena ritrovato - e qualche pensiero...

Oggi ho parlato tanto con E. che mi ha accompagnata in gita a Lucca. Durante la settimana, simili argomenti erano stati oggetto di lunghe telefonate con S.

Ne sgorgano svariate e variopinte riflessioni... quando si puo' dire di aver veramente raggiunto l'intimità con una persona?

quando si è se stessi, spogliati da tutte le maschere, dai giochi, da quello che vogliamo apparire, da quello che non siamo, da quello che pensiamo potrebbe piacergli....

quando?

Ci sono persone con le quali ti blocchi, e proprio quando vorresti tirare fuori il meglio di te, in realtà ne esce soltanto una brutta copia di un ideale mai esistito. Così alla fine NON gli sei piaciuta per come NON sei e... chissà se mai potrà conoscerti per come sei?

Hai tradito te stessa ma non sei arrivata molto lontano.

Per questo ultimamente amo tanto la canzone More Than This [Lost in Translation]... perchè quel film è la storia di due persone che in pochi giorni si sono avvicinate, si sono capite, si sono amate, si sono piaciute per come sono veramente...

Intimità.

Non è una questione di tempo.

[...e io ancora non voglio capirlo]

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono a Trieste,fredda e ventosa,l'ideale per essere sempre se stessi.
More than this, cantata da Norah Jones.
Ti abbraccio
Emilio

Vale ha detto...

e io che non ci sono mai stata...

lindalov ha detto...

"L'inspiegabile scelta di vivere profonde delusioni crea l'uomo che sei"
questo é un appunto che mi venne in mente tanti anni fa, e che spesso, ora più che mai, mi ritorna in mente... e ancora non conoscevo AC ma la strada verso riflessioni profonde era ben che spianata!!!

Daniele ha detto...

.. quando non serve sforzarsi di apparire ciò che non siamo, perché sappiamo che non saremo giudicati...

Vale ha detto...

che è davvero raro...