Post da NON PERDERE

11 Gennaio 2009

semplicemente fantastico l'ultimo post di pulsatilla: http://pulsatilla.splinder.com/ In dieci punti l'autrice descrive il suo uomo ideale cercando - nonostante le difficoltà - di mantenere i piedi per terra. Leggetelo, leggetelo!

Pur avendo entrambi i piedi per terra non è così facile trovarlo/a... giusto?

Mi sento di dare un consiglio in proposito, lo stesso che un giorno è stato dato a me. Sia ben chiaro: io per adesso sono sempre allo stesso punto, quindi non voglio fare la maestrina... però può essere uno spunto di riflessione interessante.

E' giusto delineare quali sono quelle caratteristiche, e quei valori, che noi cerchiamo nella persona che ci starà accanto per tutta la vita. Questo lo vedo difficile. Diciamo nella persona che ci starà accanto per un numero di anni significativo (maggiore o uguale di dieci?!?).

Il prolema sta nel fatto che, anche se coscienti di queste caratteristiche, non sempre siamo attratti dalle persone che veramente le hanno... cioè ci inganniamo.

Provate a fare questo esercizio. Durante la giornata guardatevi intorno, e scrivete quali sono le persone che vi piacciono, quelle che vi attraggono insomma, e quali quelle che NON. Fatelo per una settimana, diciamo almeno sei nomi al giorno (tre e tre).

A questo punto mettetevi a tavolino con le tre liste (caratteristiche ideali, persone ok, persone non ok) e magari anche un bicchiere di vino che aiuta ad essere più sinceri (forse due, pure tre!). Così equipaggiati cercate di capire quante delle persone che avete selezionato rispecchiano veramente le vostre caratteristiche imprescindibili. Dovete fare degli esempi concreti per dimostrare se le hanno o no. Vi accorgerete che spesso NON troverete esempi, o addirittura troverete esempi del contrario.

ma cos'è? un rompicapo tratto dalla settimana enigmistica? Vedi soluzione a pag. 56?

Morale della favola: sembra che, pur partendo dal presupposto che sappiamo cosa stiamo cercando (già difficile), non sempre riusciamo a trovare la persona giusta. Non perchè non c'è ma perchè non la sappiamo riconoscere. Forse.

Il perchè non lo so. Si tratta probabilmente di un insieme di condizionamenti culturali, inconscio, esperienze precedenti etc...

Non mi sono spiegata bene, anzi non mi sono spiegata per niente. Beh, non era un soggetto facile.
A presto per la mia lista. Intanto sarei curiosa di sapere cosa ne pensano i miei lettori ;)

11 commenti:

Pietro ha detto...

e' un eterno dilemma, fai pure la lista, poi t'innamori di uno completamente diverso

Anonimo ha detto...

Silvio:

Cara Vale, ho letto il tuo commento sul blog di Pulsatilla, scrittrice che ammiro tantissimo ma veniamo al sodo:il problema di voi ragazze è che amate troppo la moda e quindi ci sono dei canoni base che ogni ragazzo dovrebbe avere, tipo vestire bene,girare con una macchina decente, fare un lavoro di un certo tipo, ecc.Se io che sono un coglione mi fingo figo,divento colui che aggancia e non quello che aspetta.E' sempre stato l'uomo a scegliere, l'unico consiglio che posso dare è cercare almeno di capire se si ha difronte un pallone gonfiato o una persona coerente con se stessa.
p.s.come ti chiami?

Vale @ Madrid ha detto...

vale, é fantastico!!!!!!!!!!!!

Vale ha detto...

Ciao Silvio... mi chiamo semplicemente Vale :)

Però non stimi tanto noi donne se pensi che siamo così interessate all'abbigliamento e alla macchina!?!? :)

E forse dai troppa importanza agli uomini se pensi che siano sempre loro a scegliere!

Credo che con un certo tipo di macchina si possano abbordare certi tipi donne. Io di certo NO.

Rifuggo l'uomo con la macchina da fighetto, e ho testimoni che possono provarlo....

Anonimo ha detto...

Silvio:
forse il mio post è sembrato un pò troppo crudo per quanto riguarda l'idea che lascio trapelare su l'universo femminile e sò benissimo che non bisogna generalizzare, io stesso appartengo ad una categoria lavorativa molto spesso criticata,comunque a giudicare dai post nel tuo blog, sembri una ragazza estremamente sensibile, intelligente ed intellettualmente onesta e concreta.

Vale ha detto...

silvio... la domanda nasce spontanea... a che categoria lavorativa appartieni? quella dei pornoattori? :)

grazie per i complimenti, so che non volevi generalizzare! sei il benvenuto sul mio blog!!

Anonimo ha detto...

Interessante il post! Mi ha fatto ripensare a tutti i miei amori...beh nessuno ha mai avuto tutto quello che ho sempre detto di volere e cercare in un uomo!!! E' che quando ti innamori..semplicemente capita!!!
Stefy

Anonimo ha detto...

Mi consola sapere che non sono l'unico.Il post di Pulsatilla è veramente unico.Solitamente mi chiudo in bagno,accendo la radio e con penna stilografica traccio una linea verticale su un foglio bianco,e poi,pregi e difetti,tutto ciò accompagnato da non so quante birre e tiro le somme.A volte funziona,ma mai,mai il mio cuore ha seguito quelle due colonne,la mia testa vince sempre, e quindi di conseguenza perdo.
Un bacio
Emilio

Vale ha detto...

emilio,
che vuol dire che vince la testa? non è possibile... il cuore dovrebbe vincere in queste cose... di solito... non capisco...

Anonimo ha detto...

Sono evidentemente attratto dalle persone che non fanno per me,o solo che non sono nel momento per stare con me.Non dico che ci siano persone sbagliate o giuste,ma solo che ci si incontra in momenti diversi, in momenti in cui non si è pronti.Sono convinto che l'amore sia sempre,che momenti più o meno lunghi l'amore lo viviamo anche con chi poi consideriamo non addatte a noi.
Personalmente,mi catapulto sempre in direzioni difficili,è per questo che dico che non seguo il mio sentimento,ma seguo la mia testa,che forse è un pò più stronza.

Emilio

Vale ha detto...

già...
la testa è sempre più stronza...

:) baci!